Bundes Hauswirtschafts Award 2017
10 November 2017
3 Schulstandorte am 01.01.18 zu 1 Direktion zusammengeführt
29 Januar 2018

A Firenze per imparare l’italiano!

Anche quest’anno la seconda classe della scuola professionale per l’economia domestica ha trascorso un’intera settimana a Firenze.

Domenica 12 novembre, quattordici studentesse, accompagnate dagli insegnanti Francesco Di Battista ed Elisabeth Lantschner, sono salite sul treno. Destinazione: la stazione di Campo di Marte, a Firenze. La ragione del viaggio era lo studio intensivo della lingua italiana e la scoperta di una delle città d’arte più belle e più famose d’Italia.

Alla partenza, molte di loro tradivano emozione ed eccitazione. Dopotutto, per la maggior parte era la prima volta che sarebbero state lontane da casa per così lungo tempo. Le studentesse hanno frequentato ogni mattina, per cinque giorni consecutivi, un corso di italiano organizzato dalla scuola di lingua Toscana. La scuola si trova in pieno centro storico, vicino alla Basilica S. Croce e all’omonima piazza. Nella Basilica sono sepoliti alcuni degli assoluti protagonisti dell’arte e della cultura italiana: Galileo Galilei, Michelangelo Buonarroti, Ugo Foscolo, Vittorio Alfieri, Gioacchino Rossini, per citarne alcuni.

Le studentesse erano divise in due gruppi, in base alla loro competenza linguistica. Caterina ed Elisa, le due insegnanti, si sono alternate nelle due classi e hanno messo a disposizione delle ragazze la loro competenza e la loro passione per la lingua italiana. A lezione le ragazze hanno avuto modo di mettere in pratica l’italiano divertendosi. Le studentesse hanno cantato, cucinato e perfino intervistato i fiorentini al mercato di S. Ambrogio.

Il pomeriggio era dedicato alla scoperta della città. Caterina ed Elisa hanno accompagnato la classe per le strade del centro storico, raccontando storie e aneddoti dei luoghi più significativi: su tutti piazza Duomo e la Basilica di Santa Maria del Fiore con la maestosa cupola del Brunelleschi. Guidate dalle insegnanti, la classe ha visitato Palazzo Vecchio, ne ha ammirato le sale con gli affreschi e le sculture, e ha conosciuto la storia della famiglia dei Medici. La classe ha poi seguito il percorso del corridoio vasariano, che permetteva a Cosimo dei Medici di spostarsi da Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti lontano da occhi indiscreti e da possibili aggressori. Immancabile l’attraversamento di Ponte Vecchio.

Le ragazze si sono anche inerpicate per la scalinata che porta a San Miniato, una delle più antiche e affascinanti chiese della città. Qui, più che in altre chiese, si ha la sensazione di fare un salto nel passato di secoli. L’ambiente interno è inalterato, lo stesso che vedevano i fedeli nel Medioevo e nel Rinascimento. Infine, per le vie dello storico quartiere di San Niccolò le studentesse hanno potuto vedere le botteghe di artigiani e artisti: tra tradizione e modernità. Dopo una lunga e intensa settimana di studio, camminate e visite ai monumenti, il pomeriggio di venerdì 17 novembre, la seconda classe della scuola professionale di Egna è ripartita per casa. Le ragazze erano stanche ma felici, entusiaste dell’esperienza e di aver migliorato la conoscenza della lingua italiana.